Vernalda di Tanna – Inediti

Ultimo aggiornamento:

Vernalda Di Tanna (Vasto, 1997), laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti, è studentessa di Filologia Moderna. Nel 2017 riceve il Premio poeta emergente alla XXV edizione del “Concorso nazionale Scriveredonna”, organizzato dall’associazione Tracce di Pescara. Dal 2019, è redattrice del lit-blog Laboratori Poesia. Suoi inediti sono apparsi su riviste e blog, tra cui Interno Poesia, clanDestino, Poetarum Silva, laRepubblica – Milano (per la Bottega di poesia, a cura di Maurizio Cucchi) e Inverso – Giornale di poesia.

*

Se mi arrivasse infame a terra
un alito di sera, la conferma
del tuo odore appena colto –
in una scusa buia, nuda carezza –
ci gonfierebbe i cuori come cupole.
Ma non è luce in me che non ti grida:
sbalordisci la pelle e distogli
l’attesa dalla promessa intuita.
I frutti a terra e la luce che li irradia.

*

Tu mi rechi un dono
da niente che a vivere
ne gode anche la croce:
il male, la ferita, il danno –
la zagara è una zingara
devota. E corta nella voce
la vita è solo un canto.

*

Tu immedesimata a capofitto
nella noia di una vita esausta.
La pazienza rannicchiata
negli insulti singolari del destino.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
judice per intervista
Nuno Júdice – intervista in quattro domande (di Eleonora Rimolo)