timofeev

Sergej Timofeev – “I giorni degli angeli” (inedito)

timofeev

Sergej Timofeev è nato nel 1970 a Riga, dove vive tuttora. Ha cominciato a scrivere versi in russo alla fine degli anni Ottanta. È stato uno dei primi nello spazio post-sovietico a elaborare il genere del video poetico. È il leader del gruppo Orbita. Ha pubblicato le raccolte poetiche Sobaka, skorpion [Cane, scorpione] (San Pietroburgo 1994), Vospominanija disk-žokeja [Ricordi di un disc-jockey] (Riga 1997), 96\97 (Riga 1998), Po?ti fotografii [Quasi fotografie] (Riga 2003), Sdelano [Fatto] (Mosca 2003), Stereo (Riga 2012). Suoi versi sono apparsi in traduzione italiana nelle riviste “Poesia”, “L’Immaginazione” e nei volumi La nuova poesia russa (Crocetti 2003), Nell’orbita di Riga (L’Obliquo 2006).

Sergej Timofeev
(inedito)

??? ???????

?????? – ??? ????? ????????? ??????,
??????? ????? ? ?????? ?????-??
?????????? ????????.
??? ?????????? ?? ??????? ? ????????
???, ?? ???????.
?????? ?????? ???????,
??? ??? ?????, ?????????, ????????,
??? ??????? ? ????????,
??????? ? ?????????
?? ?????? ???????.
?????? ??? ??????? ?????? ???????
? ??????, ??? ? ??? ????? ??…
????? ???? ????-?? ??????
??????? ??????.
???????? – ? ??? ???,
???? ??? ??????, ?????????
????? ? ????? ???????? ?????
? ???. ??????. ????. ??? ???
??? ?????????, ??? ? ??? ?????????.
???????? ????, ????????? ?????????.
? ??? ????? ??????? ??????? ?? ??????
????????? ? ????.

 

(traduzione dal russo di Paolo Galvagni)

 

I giorni degli angeli

Gli angeli sono ragazzi molto lenti,
Che fumano nel pugno certe
Sigarette di cioccolato.
Fanno vuote chiacchiere
Là, nei cieli.
Le nubi sanno di vaniglia.
Tutto è così pulito, sicuro, curato,
Come la colazione in un aereo,
Che sta in aeroporto
In una sosta perenne.
Talora guardano vecchi film d’azione
E pensano che anche loro potrebbero…
Poi vanno insieme chissà dove,
Un po’ cupi.
Arrivano – è un giardino,
Camminano sotto i meli, scelgono
I frutti dall’albero della conoscenza del bene
E del male. Mordono. Masticano. Per loro
Sono innocui, come tutto il resto.
Passa la giornata, ne giunge un’altra.
Guardano ancora i film d’azione in una tv
Grande come il cielo.


Sergej Timofeev è nato nel 1970 a Riga, dove vive tuttora. Ha cominciato a scrivere versi in russo alla fine degli anni Ottanta. È stato uno dei primi nello spazio post-sovietico a elaborare il genere del video poetico. È il leader del gruppo Orbita. Ha pubblicato le raccolte poetiche Sobaka, skorpion [Cane, scorpione] (San Pietroburgo 1994), Vospominanija disk-žokeja [Ricordi di un disc-jockey] (Riga 1997), 96\97 (Riga 1998), Po?ti fotografii [Quasi fotografie] (Riga 2003), Sdelano [Fatto] (Mosca 2003), Stereo (Riga 2012). Suoi versi sono apparsi in traduzione italiana nelle riviste “Poesia”, “L’Immaginazione” e nei volumi La nuova poesia russa (Crocetti 2003), Nell’orbita di Riga (L’Obliquo 2006).

Foto di proprietà dell’autore.

Paolo Galvagni (1967). Laureato in Lingua e letteratura russa a Bologna, ha trascorso periodi di studio a Mosca, Minsk, Kiev, Pietroburgo. Collabora con riviste e case editrici, per le quali traduce testi di poeti e narratori russi, con specifica attenzione alla poesia contemporanea. Tra gli autori tradotti si ricordano A. Achmatova, A. Andreev, A. Blok, N. Kljuev, Vl. Majakovskij, Vl. Vysockij. Tra i contemporanei: Elena Svarc, Sergej Zav’jalov, Sergej Stratanovskij.

 

 

 

 

 

 

 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Amarji (Rami Youness) – Inediti