Poesia da Camera (Kammerpoesie) di Carmelo Pistillo

Ultimo aggiornamento:

Carmelo Pistillo, Poesia da Camera (Kammerpoesie)

Prefazione di Maurizio Cucchi

Stampa2009, La Collana, 2020, pp.109, euro 14,00

.

C’è un mistero di fondo nella parola poetica che la rende più d’ogni arte capace di scendere nelle profondità dell’animo umano. È lo stesso poeta, in una nota a questa raccolta, che ci dice trattarsi della rievocazione di due donne diversissime “incontrate nel punto terminale del loro gorgo esistenziale: un’attrice che confonde la finzione con la realtà e una ragazza dalla carnalità tragica”; una poesia che, per poterle raccontare, deve inseguirle fin sull’orlo del baratro (Che può esserci poesia/ nel mosaico lucente/ sopra e sotto il precipizio) tentando poi di liberare il protagonista – che forse in loro ha amato un’unica donna – dall’ossessione dei ricordi. La voce del poeta ha confidenza col teatro e consonanza con la muisca, in grado com’è di disegnare scene, animare dialoghi, andare fino in fondo col pensiero: Quando rientro a casa/ dopo tre giorni scanditi/ dalle sole ombre dei gatti/ sui cornicioni, mi chiedo/ se può essere ancora mia/ quella voce, quella borsa/ ricolma di parole stampate/ e dimenticate, quell’ambizione musicale/ spolpata fino all’istante/ in cui il silenzio ritorna/ a farsi veglia. L’attrice è presentata nelle sue deformate visioni, frutto di una recita continua – Con la bocca della commediante/ sfidi ogni cavità del tuo destino – la ragazza invece con più compassione – Era la verità senza colpa/ in un letto di illusioni/ e di carne prigioniera.

Il percorso di rivisitazione e liberazione è lento, faticoso ma, a un certo punto, ecco la presa di coscienza e il patto con se stesso: Ora che sono un passo avanti/ non voglio più tornare/ indietro. Sto bene così,/ con l’uscio alle spalle/ e i sogni più indicibili/ saltati in aria alla pari di ordigni. Maurizio Cucchi, nella sua attenta prefazione, segnala “i vari mutamenti interni di registro di questo libro, che viene spostandosi verso una dizione più asciutta” per poter meglio dar conto dell’ “osservazione della complessità, che ne diviene in effetti il motivo esistenziale di fondo”.

Nella sezione Ritorno a Bolgheri, sotto l’egida di Carducci, avviene una sorta di resa, di passaggio di mano. Alle donne dolorosamente evocate fino a quel momento, amate e incomprese, avute e perdute, subentra Sofia, la figlia adolescente del protagonista, con la quale ha inizio un dialogo nuovo e maturo: Anch’io cresco, non resterò/ sulla riva ad aspettare,/ Sofia dice dopo aver letto/ Carducci, e prima,/ molto prima di ricevere/ la nuova età negli occhi/ e l’universo folto di prove. Le ultime due sezioni – La sonata e Quartetto sulla Bellezza – sono dedicate ai rispettivi temi musicali ma in esse ancora aleggiano la donna sul palco/ e la ragazza dell’addio, seppure solo come spettri musicali, non più temibili ormai perché diventate motivi, fonti misteriose della musica e della poesia.

Antonio Fiori

*

I compiti della sera

.

Pure i libri restavano esclusi

dal suo sguardo di sfida.

Il suo morso sulla carta

non raggiungeva l’orma

prima di coricarsi.

Entrando nella mente pura

delle parole mai lette,

contava le vertebre della pergamena.

Era il tempo che più le apparteneva.

Con agilità così ridiscendeva

le scale, e senza più

dare fiato alle controversie

interiori, con la rivolta

stretta tra le mani

spariva nel breve lampo di un neon.

*

Bolgheri è vicina

.

È a un’ora di strada

e può trovarsi pure in un prato

l’estate che appare al primo segnale.

Come un albero alto

o il ritorno di un commiato,

la croce dimenticata respira.

*

La sonata

VII

Sono l’ultimo inquilino

di questa casa vuota.

Ogni diluvio è dimenticato.

Né tu, né io, né nessuno di noi

può dare prova di quel principio

quando ero, sono e non sarò più.

Secondo la liturgia elementare

del sonno, la casa verrà abbattuta.

In ogni stanza c’è un ordine

segreto come un libro chiuso.

ma non è lo stesso giorno,

non è lo stesso grido. Prendetelo,

è un angelo che dorme.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Antiniska Pozzi – Tre inediti