Giovanni Previdi – “Cristina”

PREVIDIGiovanni Previdi è nato a Carpi nel 1977. Vive a Bologna dove lavora in una libreria del centro. Per la collana Compagnia extra di Quodlibet ha partecipato alle riscritture delle Novelle stralunate dopo Boccaccio (2012) e ha pubblicato Due fettine di salame, poesie (2013).

 

Giovanni Previdi

(inedito)

 

 

Cristina
Previdi fettine di salame b
Io e la Cristina,
avevamo sei o sette anni,
mi ci spennello ancora il muso,
quando mi viene la fantasia,
con quelle sue belle trecce nere
che le cadevano di dietro
fino a metà schiena,
annodate come le teste d’aglio
ma morbide, e che profumo
che facevano, era il soffritto di sua madre.
Poi un giorno, ci eravamo messi in testa
di misurare l’ombra del cedro del Libano,
in mezzo al mio giardino,
a metà pomeriggio:
un mare profondo, nero
e a pelo d’acqua un pallone,
un’altalena, due bici.
L’avevo presa in groppa
ed eravamo partiti, lei doveva
contare i passi e dirmi basta
quando saremmo arrivati alla fine.
Allora Cristina? Le avevo chiesto,
quanto è grande?
Cinquecento passi,
mille stelle, diecimila farfalle,
un milione di baci, aveva detto.

 


Giovanni Previdi è nato a Carpi nel 1977. Vive a Bologna dove lavora in una libreria del centro. Per la collana Compagnia extra di Quodlibet ha partecipato alle riscritture delle Novelle stralunate dopo Boccaccio (2012) e ha pubblicato Due fettine di salame, poesie (2013).

 

Fotografia di proprietà dell’autore

 

 

 

 

 

 

 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Yolanda Pantín – inediti (traduzione di Antonio Nazzaro)