Poesia italiana

Francesco Maria Tipaldi - Spin 10/11 (pordenonelegge - lietocolle 2019) - Anteprima editoriale

70014256 744825635965336 5601173026600124416 nFrancesco Maria Tipaldi, è nato a Nocera Inferiore nel 1986, dove lavora come farmacista.
Ha pubblicato Humus (L’Arcolaio, 2008), Il sentimento dei vitelli (con Luca Minola, Edb, 2012, Premio Maconi), Traum (LietoColle, 2014) e Nuova poesia extraterrestre (Carteggi Letterari, 2016, Premio Giuria studenti al premio Villalta poesia). Sue poesie sono state tradotte e pubblicate in Germania, Spagna e Stati Uniti. È presente nell’antologia “Velocità della visione. Poeti dopo il duemila” (Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, 2017).
e-max.it: your social media marketing partner
Francesco Maria Tipaldi
Anteprima editoriale
Spin 10/11
(pordenonelegge-lietocolle 2019)


NON DESIDERARE LA DONNA D’ALTRI

è marzo, mi legano a un cancello per punire
il mio estro
superiore

lei ha i seni enormi
ama sopra ogni cosa le mani dell’artista

io le dico: sei la terra, sei la morte a Venezia

era una terra
pericolosa lei
era la morte, sì, ma in altri posti

*

IL SEPOLCRO

Quando i pompieri sfondarono la porta
c’era un frigo buio
e caldo
un lavatoio con un polipo morto
formiche con le ali
un biglietto: ci siamo voluti bene.

Fotografia di proprietà dell'autore.

e-max.it: your social media marketing partner

Aggiungi commento


Ultimo Numero

ATELIER 94Gian Mario Villalta è nato a Visinale di Pasiano (PN) nel 1959, vive a Porcia. Ha pubblicato i libri di poesia: Altro che storie! (Campanotto, 1988), L’erba in tasca (Scheiwiller, 1992), Vose de Vose/ Voce di voci (Campanotto, 1995 e 2009), Vedere al buio (Sossella, 2007), Vanità della mente (Mondadori, 2011, Premio Viareggio). Numerosi gli studi e gli interventi critici su rivista e in volume, tra cui i saggi La costanza del vocativo. Lettura della “trilogia” di Andrea Zanzotto (Guerini e Associati, 1992), Il respiro e lo sguardo. Un racconto della poesia italiana contemporanea (Rizzoli, 2005). Ha curato i volumi: Andrea Zanzotto, Scritti sulla letteratura (Mondadori, 2001) e, con Stefano Dal Bianco, Andrea Zanzotto, Le Poesie e prose scelte (Mondadori, 1999). Del 2009 è il non-fiction Padroni a casa nostra (Mondadori). I suoi libri di narrativa: Un dolore riconoscente (Transeuropa, 2000), Tuo figlio (Mondadori, 2004), Vita della mia vita (Mondadori, 2006), Alla fine di un’infanzia felice (Mondadori, 2013), Satyricon 2.0 (Mondadori, 2014), Bestia da latte (SEM, 2018). È direttore artistico del festival Pordenonelegge.

International

Phronein

Newsletter


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.