Home
|

BARBATOEmilia Barbato è nata a Napoli nel 1971 e risiede a Milano. Suoi testi sono apparsi in diverse antologie e sull’Aperiodico ad Apparizione Aleatoria delle Edizioni del Foglio Clandestino. Ha inoltre pubblicato: Geografie di un Orlo (CSA, 2011), Memoriali Bianchi (Smasher, 2014) e Capogatto (Puntoacapo, 2016). Il rigo tra i rami del sambuco è in uscita per Pietre Vive editore, 2018. 

Leggi tutto...
|

DUFFY 2
Carol Ann Duffy vince il premio alla carriera Lerici Pea con i testi tradotti da Floriana Marinzuli e Bernardino Nera. Dagli stessi traduttori è stato appena dato alle stampe anche il libro di Jackie Kay "Compagna", per Ladolfi editore 2018. 



Carol Ann Duffy (1955) è una poeta e drammaturga scozzese, direttrice dei corsi di scrittura creativa presso la Manchester Metropolitan University e, dal 1º maggio 2009, Poeta Laureato del Regno Unito, prima donna scozzese a essere investita di tale carica. Tra le raccolte di poesie pubblicate, si ricordano Standing Female Nude (1985 - Scottish Arts Council Award); Selling Manhattan (1987 - Somerset Maugham Award); Mean Time (1993 - Whitbread Poetry Award); Rapture (2005 - T. S. Eliot Prize) e The Bees (2011 - la prima raccolta pubblicata dopo la nomina a Poeta Laureato del Regno Unito). La sua poesia focalizza tematiche quali l'oppressione, l'orientamento sessuale, la violenza. Grazie al linguaggio accessibile è divenuta straordinariamente popolare, anche nelle scuole.

Leggi tutto...
|

AMARJIAmarji, pseudonimo di Rami Youness, è un poeta, autore, e traduttore siriano, nato a Laodicea nel 1980. Ha pubblicato 4 libri di poesia: N (Mawaqef 2008- Beirut, Libanon), Perugia: Il testo- Il corpo (Mawaqef 2009- Beirut, e Bidayat 2009- Damascus), Navigazioni Erotiche (Mawaqef 2011- Beirut, e Bidayat 2011- Damascus), Rosa dell'animale con Maria Grazia Calandrone (Edizione arabo: Attakween 2014- Damascus; Edizione Italiano: Zona Contemporanea 2015- Roma).
Primo premio di poesia nel XVIII Edizione del “Festival della poesia dei giovani” in Siria, 2011. Primo premio di poesia del "Concorso Internazionale di Prosa, Poesia e Fotografia" indetto dal Movimento Artistico Recupero delle Identità Culturali (M.A.R.I.C.) di Salerno, 15 Aprile 2018. Premio letterario internazionale Magna Graecia Poesia, sezione “aforismi”, secondo classificato, Genova 21 Giugno 2018.
Ha tradutto in arabo: Giacomo Leopardi, Pensieri (Parola 2009- Abu Dhabi: Abu Dhabi per cultura e eredità); Leonardo Da Vinci, Scritti Letterari (Attakween 2013- Damascus); Dino Campana, Canti Orfici e gli Inediti (Attakween 2016- Damascus); Gabriele D’Annunzio, La Città Morta (Tuwa 2012- Londra, Gran Bretagna). Voci della Poesia Italiana Contemporanea: Un’Antologia Breve, scelta con Maria Grazia Calandrone (L’Altro 2012- No.3, Beirut e Damascus); Pier Paolo Pasolini, Carne e Cielo (Ninawa 2016- Damascus); Antonio Gramsci, L'Albero del Riccio e Nouve Lettere (Attakween 2016- Damascus); Michele Caccamo, Chi mi Spazierà il Mare (Attakween 2016- Damascus); Hölderlin, Pane e Vino e Altre Poesie (Attakween 2016- Damascus); Alessandro Baricco, Oceano Mare (Almutawassit 2017- Milano); Luigi Pirandello, Uno, Nessuno e Centomila (Almutawassit 2017- Milano); Giuseppe Tomasi di Lampedusa, I Racconti (Almutawassit 2018- Milano).
Leggi tutto...
|

FERRIArianna Ferri nasce a Spoleto nel 1992. Nel 2011 consegue la maturità classica e si trasferisce a Perugia per studiare Filosofia, dove si laurea con una tesi in Estetica. Nel 2014 si trasferisce a Bologna dove studia e si laurea in Scienze Politiche. Collabora attivamente con il Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna fino al 2016. Dal 2017 studia Scienze Filosofiche. Un suo contributo riguardo il rapporto tra poesia e filosofia è stato recentemente pubblicato sulla rivista Midnight magazine. Suoi inediti sono apparsi su Poesia Ultracontemporanea e Critica Impura e sono in via di pubblicazione sulla rivista L’ombra delle parole. I suoi studi sono incentrati su questioni di natura estetica e poetica e sui risvolti che questi hanno nel dibattito contemporaneo.

Leggi tutto...
|

gialla 2018LA GIALLA, UNA COLLANA PER LA POESIA DI QUALITÀ

(intervista a LietoColle)

Domanda 1 – Atelier
Come è nata la collaborazione tra pordenonelegge e LietoColle? Su quali basi regge l’intesa?
Risposta 1 – MICHELANGELO CAMELLITI
Il rapporto nasce dal comune intento di concentrare le energie per la valorizzazione della poesia di giovani autori italiani. I primi anni di collaborazione, infatti, la Gialla ha consentito a otto poeti e poete di pubblicare la propria silloge e promuoverla attraverso le capacità di LietoColle e pordenonelegge nel diffondere i testi e le loro ragioni.
L’intesa – che si è poi estesa con la collana Gialla Oro alla pubblicazione di opere di autori affermati nel panorama poetico nazionale e internazionale – regge sulla volontà di lavorare su materiali originali e pubblicare opere altrimenti destinata a minori occasioni di valorizzazione.
D 2 – A
Come avviene la scelta degli autori?
R 2 – MC
Un piccolo comitato di redazione, composto da entrambi i partner, sceglie le proposte ritenute maggiormente meritevoli tra un considerevole numero di opere. Così, nei cinque anni della Gialla, hanno potuto vedere la pubblicazione sillogi che hanno poi incontrato il favore di pubblico e critica, divenendo in larga misura tra i libri di poesia più diffusi nelle singole stagioni.
D 3 – A
Cosa si distingue questa iniziativa da altre simili di altri editori?
R 3 – MC
I valori aggiunti credo siano nella reputazione dei protagonisti e nelle possibilità di valorizzazione legate alla Festa del Libro con gli Autori, che porta annualmente a pordenonelegge migliaia di appassionati. La prova è, come detto, nei se pur relativi successi delle sillogi pubblicate e presentate.
D 4 – A
Da sempre LietoColle punta sui giovani. Anche la collana Gialla è caratterizzata dalla presenza di giovani esordienti. Perché?
R 4 – MC
È nel DNA di LietoColle, fin dagli inizi, occuparsi di poesia scritta da giovani autori, e fa piacere osservare che, nei più di trent’anni di attività della casa editrice, una parte significativa di poeti poi divenuti “importanti” ha pubblicato la prima silloge con noi. D’altra parte, in un panorama editoriale sempre più complesso e stratificato, sapersi distinguere anche rispetto alla propria storia essendosi riappropriati della nostra “linea originale” è stato ed è il motore del nostro muoverci, con sobrietà e discrezione, perché la “buona poesia” possa espandersi e dare il proprio contributo alla bellezza della scrittura e della lettura. Caso vuole – riguardo la conferma della missione descritta – che uno tra i testi dei giovani della Gialla 2018 titoli proprio La Terra Originale.

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.