Poésie italienne
Écrit par Eleonora Rimolo

75394764 840201766396474 9217070516672659456 nScheda libro

L’antologia “Зборот на непријателот - la parola del nemico” di Luca Benassi (PNV Publishing, Skopje, Macedonia 2019), viene pubblicata in edizione bilingue italiano-macedone, a cura di Julijana Velichkovska e nella traduzione di Dario Todorovski e Katarina Velichkovska, con una nota critica di Vladimir Martinovski, poeta e professore di letteratura comparata all’Università Cirillo e Metodio di Skopje. La scelta di un’edizione bilingue, anche per quanto riguarda le note e la postfazione, consente una circolazione del libro anche fra il pubblico italiano, per fare il punto sulla poesia del poeta romano. “Зборот на непријателот - la parola del nemico” antologizza l’opera poetica di Luca Benassi, dal 2005 (anno di pubblicazione de I fasti del grigio) fino al 2015, raccogliendo quindi la produzione inedita successiva a il guado della neve del 2012. La selezione, curata dallo stesso poeta, riorganizza i testi per nuclei tematici che solo in parte tengono conto della scansione temporale delle pubblicazioni. L’antologia offre una panoramica complessiva della poesia di Benassi attraverso 8 sezioni, l’ultima delle quali Questo muro mi somiglia raccoglie i testi inediti.

Nota biografica
Luca Benassi è nato a Roma nel 1976 dove vive e lavora come avvocato e giornalista. Ha pubblicato le raccolte poetiche “Nei Margini della Storia”, (2000), “I Fasti del Grigio” (2005), “L’onore della polvere” (2009) e le plaquette “Di me diranno” (2011) e “il guado della neve” (2012).
Ha pubblicato insieme alla poetessa Maki Starfield l’e-book “Duet of Lines Sen no Nijuso” (testi in italiano, inglese e giapponese, Junpa edition 2016). Nel 2018 è uscita “La schiena del cielo – La espalda del cielo”, antologia con testi in italiano e spagnolo, tradotti da Stefano Strazzabosco, Emilio Coco e Giovanni Darconza. Nel 2019 ha pubblicato “Зборот на непријателот - la parola del nemico”, in edizione bilingue italiano-macedone, a cura di Julijana Velichkovska (PNV Publisjing, Skopje, Macedonia) e “Очи и звезда - Gli occhi e la stella” in traduzione serba (alma, Belgrado, Serbia). Ha tradotto “De Weg” del poeta fiammingo Germain Droogenbroodt (“Il Cammino”, 2002). Ha pubblicato la raccolta di saggi critici “Rivi strozzati poeti italiani negli anni duemila” (2010). Ha curato l’opera antologica “Magnificat. Poesia 1969 – 2009” (2009), che raccoglie l’intera produzione della poetessa Cristina Annino, l’antologia critica “Percorsi nella poesia di Achille Serrao” (2013) e “La casa dei Falconi, poesia 1974-2014” (2014) che antologizza l’intera produzione di Dante Maffìa.

Testi

Abbiamo visto sere crepitare nel camino blu elettrico
dato appuntamenti alle foglie dei marciapiedi
sui cofani lucidi delle macchine
come bocche o inguini, bocche di ventri.
Questa e la nostra giovinezza: un’edera senza colore
un tempio nei giorni bagnati e violetti
una musica scaltra che si posa
come cenere sui vestiti.
Poi siamo cresciuti, chi e partito verso nord
qualcuno ha cambiato amici, altri compiono
viaggi improbabili alla fine della metro.
C’e chi se la cava con un foglio bianco
una penna e un biglietto del treno.

Сме виделе вечери како крцкаат во електричниот
син камин
договорени состаноци врз лисјата од тротоарите
врз светлите навлаки од автомобилите
како усти или препреки, усти од утроба.
Ова е нашата младост: безбоен бршлен
храм на искапените виолетови денови
пргава музика што се пласти
како пепел врз облека.
Потоа пораснавме, некој замина на север,
некој смени пријатели, друг неизвесно
патува до крајот на метрото.
Некој ќе се извлече со бел лист
пенкало и билет за воз.

*

Mi dici che hai scoperto l’inganno
lo strano parallelo che si tende
tra la cravatta e il suo guinzaglio
il nodo soluto
oltre l’acqua della mia incoscienza.
Ma io ti dico
che arriva il giorno quando timbro
il permesso non retribuito
del tramonto
l’infinito verso
che abita le rovine del silenzio
mentre scrivo la parola casa.

Ми велиш си ја разоткрил илузијата
необичната паралела што ги поврзува
вратоврската и нејзиниот поводник
растворениот јазол
отаде водата на моето бессознание.
Но ти велам
дека ќе дојде денот кога ќе го запечатам
неплатеното отсуство
на залезот
на бесконечниот стих
што ги населува урнатините на тишината
додека го пишувам зборот куќа.
IL CENTRO CULTURALE “DON BERNINI
E
IL COMUNE DI BORGOMANERO
organizzano
IL VENTISEIESIMO PREMIO LETTERARIO
CITTÀ DI BORGOMANERO


REGOLAMENTO:
Lire la suite...

Ultimo Numero

copertina Atelier 95

International

Phronein

PhroneinCover

Phronein nr. 3

Newsletter


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.