Premio Poesia

Premio Poesia

|

Che cosa hai combinato, questa notte?

La tua ora di uscita da WhatsApp

non corrisponde a quella di una dormigliona…

Ed il sospetto mi dilania, infido.




Non mi ha mai detto di amarmi, questo è vero,

ma me lo hai scritto in questa chat un mese fa,

seguito da un cuoricino ed un bacetto,

e, come un voto, io l’ho backuppato.




E dopo un mese … ora, niente più baci.

Sei stranamente diventata pudica:

ti vedo online, ma subito sparisci,

oppure scappi, con vaghi “Scusa, Tel”.




Ho poi sbirciato, senza farlo apposta,

(beh, quasi…) nella tua lista dei contatti:

altro che mamma e amiche…. Un Sergio, un Pietro,

un Macho, sospettissimo; ed un indimenticabile XXX….




Adesso, ogni notte, monto la guardia, anche per ore

spiando quando tu ti colleghi, o quando leggi

le mie righe straziate, e penso a come doveva essere, l’amore,

negli anni prima che inventassero WhatsApp.




Era, forse, avere il tempo di fidarsi,

senza vedere le persone collegate;

era riflettere sulla fortuna immensa di amarsi,

prima di scriversi un sacco di cazzate.

Vota la poesia

View Result

Vota la poesia

Total votes : 118

Newsletter


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.