Enrico Barbieri – Tre inediti

59188968 2561960107171476 3958300469117321216 nEnrico Barbieri è nato a Pavia il 19 gennaio del ’76. Ha studiato alla Scuola Paolo Grassi di Milano, lavorando per anni in teatro e come educatore teatrale a Pavia. Dai 14 anni in poi si dichiara “un amante dei libri tanto da rimanere in braghe di tela pur di possedere le pubblicazioni che mi interessavano”. Attualmente vive tra Milano e Pavia.

Enrico Barbieri 
Tre inediti

E così decise di fermarsi,
la neve era bassa
“C’è qualcosa qui, non so”.
Da lontano i ringhi
e gli ansimi degli altri
davano la prova
che la vita, senza di lui,
continuava feroce.

*

Quarantatre pietre più in là
non ci saranno reti di tempo,
le trame scorreranno
senza scatti primitivi, vita
dopo altra vita i giorni
tornano adesso perfetti.
Il tutto mi considera in sé
nonostante il silenzio,
abbandoni, crudeltà, voci
col passare dei minuti
sempre uguali dal principio.

*

Ascoltai le voci delle alghe
sorpreso dalle ombre
di aroni cinerini.
Tutto è stato gridato
negli anni senza distanza:
una voragine d’amore
ma da questa corrente e
tra i resti dei ponti
tutti, ogni persona, andati
nel canto amniotico del fiume.

 


Fotografia di proprietà dell’autore.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Anestesia e perturbamento. Nota di lettura di Eleonora Rimolo a Senza titolo di Manuel de Freitas e Federica Gullotta (Edb edizioni, 2019)