Andrea Piccinelli – Inediti

PICCINELLIAndrea Piccinelli (1980) vive e lavora a Grotte di Castro (VT). Laureato in storia dell’arte, ha pubblicato due raccolte di poesia: Aporie spurie (Oedipus, 2016); Degenza autoptica (Sigismundus, 2017).

Andrea Piccinelli
Inediti

*

È sempre stato provato – a volte
saranno catene di equivoci,
autentiche omissioni. Le
profondità si uniscono – vengono
proposte delle cose da guardare. E
se non fossero sgorbi – con
i tratti leggeri della vernice
sulla carta – tra le rovine
dell’ospedale, lo avrebbe detto
meglio di tutti. Prima che sia finita,
esprime chiaramente un desiderio –
la tiene, nell’oscurità, per
rendere il grasso come briciole
per le mosche da trafiggere.

*

Mentre spiccano il salto
e si rotolano nella polvere
presentano residui geometrici
basati sulla traslazione, rombi,
fasce spezzate o linee parallele
intorno alla superficie scrostata.
Considera molto importante agire
sulle più dure pietre vulcaniche,
la riduzione dei contatti umani,
osservare i colori delle insegne.

*

Alcune riflessioni sul vantaggio
di essere ridotti come una sorta
di cicatrice. Gloria e orgoglio
si impelagarono in abbuffate
di chimica a brandelli. Fionde e pietre
non turbano nessuno. Ne parlò
quell’ingegno bizzarro che era.
Che si realizzi una vasta, profonda,
calcolata opera di repressione.
C’è chi dirige, coordina, organizza.

 


Fotografia proprietà dell’autore. 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Dal sottovuoto. Poesie assetate d’aria (Samuele editore, 2020) – A cura di Matteo Bianchi